Ti diranno

Ti diranno
09:40 , 10 maggio 2013 1
Pubblicato in: Blog

Ti diranno che non ne vale la pena, che è tutto inutile. Ti diranno che è troppo tardi, ti diranno che non è il caso, o che non è il momento, o il modo, che non ci sono le condizioni, che anche loro lo farebbero se veramente servisse a qualcosa. Ti diranno che stai inseguendo un’utopia, che ci sono passati prima di te e che loro lo sanno come vanno a finire queste cose: vanno a finire che tu ci perdi tempo e resti indietro, e il mondo non ti aspetta.
Ti diranno che forse hai anche ragione tu, ma che la ragione non serve.Ti diranno che sei coraggioso, ma questo non è un paese per gente coraggiosa; che sei una brava persona, e questo non è un paese per le brave persone. Ti diranno vai, vai, poi mi darai ragione. Ti diranno che non si combattono i carri armati a mani nude.

Ti diranno che devi essere felice della tua vita, che devi concentrarti su quello e lasciare perdere tutto il resto. Ti diranno che a essere veramente importante è altro, che i problemi veri sono altri. Ti diranno che verranno tempi migliori, che l’importante è che stai bene quando chiudi la porta di casa; l’altro puoi lasciartelo alle spalle e andare a letto con la coscienza a posto. Ti diranno che andrai incontro a centomila fustrazioni e ti roderai il fegato, e sputerai sangue e alla fine tutto quello che avrai ottenuto è che sarai più stanco. Che non avrai più neanche le forze di occuparti di te. Ti diranno che è meglio pensare a se stessi, alle persone che ti stanno vicine, perché a quelle, se non ci pensi tu, non ci pensa nessuno. Ti diranno che è meglio l’uovo della gallina.

Ti diranno che corri il rischio di sporcarti le mani, che devi avere centomila occhi e che non ti basteranno lo stesso, che lo troveranno, un modo per fregarti, che di buone intenzioni sono lastricate vie peggiori di quelle che portano all’inferno. Ti diranno che non sei il primo, e che non sarai nemmeno l’ultimo, e che dicevano tutti la stessa cosa, quando sono partiti. Ti diranno che con certa gente non ci dovresti prendere nemmeno un caffè, che è meglio lasciarli fare che rischiare di essere confusi con loro, e che è meglio ignorarli che cercare di combatterli. Ti diranno che qualsiasi cosa otterrai non servirà a nulla, perché gli altri, il sistema, il gruppo di potere non cambierà mai; meglio non averci niente a che fare, meglio chiamarsi fuori. Ti diranno che non vale la pena di fare qualsiasi compromesso, perché sono tutti uguali, e che diventerai uguale a loro. Ti diranno che non vale la pena di piantare un fiore in mezzo a una discarica.

I più maliziosi ti diranno che lo fai per ambizione personale, che speri di ricavarci qualcosa, e gli altri che se non è così sei veramente uno sprovveduto, che devi guardarti le spalle, che devi costruirti una via d’uscita, un piano B, un’assicurazione personale.
Ti diranno che lo dicono per il tuo bene, perché ti vogliono bene. Ti diranno che è il treno sbagliato e che rischi di perdere quello giusto, ti diranno che il carro dei vincitori è un altro, è parcheggiato un po’ più avanti e dovresti darti una mossa per raggiungerlo, prima che parta. Ma chi te lo fa fare? ti chiederanno, e ti diranno fatti furbo, non ti impicciare, non ti esporre; resta in seconda linea, se proprio non puoi farne a meno; partecipa ma non ci mettere la faccia, partecipa ma con distacco, lascia andare avanti gli altri, perché tanto lo sappiamo tutti come andrà a finire. Andrà a finire male, o peggio. Ti diranno che le farfalle dovrebbero danzare lontano dal fuoco.

Ti diranno che la pietà non esiste, e nessuno avrà pietà per te, che ti attaccherranno e ti faranno a pezzi, racconteranno menzogne, e ci saranno solo colpi sotto la cintura. Che ti veranno a cercare e proveranno a comprarti. Che ti verranno a cercare e proveranno a spaventarti, se non riusciranno a comprarti. Ti diranno che gli altri sono più forti di te, che sono più organizzati e loro ne usciranno puliti e tu no. Ti diranno di farti da parte, prima di farti male.
Ti diranno che sei un ingenuo, che sei un illuso, un bastian contrario, un sognatore, un visionario, un ribelle. Ti diranno che sei uno stupido, che faranno a pezzi la tua vita e la useranno contro di te, che ti perderai gli amici per strada e gli affetti. Ti diranno che ti aspettano solo sconfitte, delusioni, cause perse e lacrime di coccodrillo. Ti diranno che le rose durano un giorno e sono piene di spine.

Ti diranno tutto questo e anche di peggio, e che la cosa migliore che puoi fare è niente, perché tanto non cambierà niente. E se dobbiamo guardarci negli occhi, e dirci la verità, io e te lo sappiano che probabilmente hanno ragione loro. E allora che vuoi fare, solo per questo vuoi tirarti indietro?

Share
Related Posts

One Response

  1. gold price ha detto:

    io credo che in questi casi devi fare come ti suggerisce il cuore..non esistono comportamenti giusti o no!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *